Archivi categoria: Ricci

Juán Pablo Sorín

Juan Pablo Sorín (Buenos Aires, Argentina, 5 maggio 1976) con la maglia della nazionale argentina.

Ve lo devo confessare: ho un debole per i terzini sinistri. Ovviamente perché quello è il mio ruolo quando gioco a pallone: contrastare l’ala; passarla al centrocampista; salire sulla fascia; sperare che il pallone ti venga lanciato sulla corsa; crossare; sperare che il cross sia buono; sperare che il tuo centravanti la metta in rete; tornare in difesa. Questa è la mia partita perfetta. Continua a leggere

Michel Preud’homme

Michel Preud’homme (Ougrée, Belgio, 24 gennaio 1959) con la maglia della nazionale belga.

Portiere felino come pochi, dotato di ottimi riflessi, capace di bloccare tiri che la maggior parte dei portieri di oggi preferirebbe deviare in calcio d’angolo, Michel Preud’homme è stato uno dei migliori portieri a livello mondiale tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90. Continua a leggere

Odoacre Chierico

Odoacre Chierico (Roma, 28 marzo 1959) con la maglia della Roma.

Romano de Roma (scusate ma prima o poi dovevo scrivere questa espressione in questo blog), cresciuto nel quartiere della Montagnola, Odoacre Chierico deve mettersi in luce con i colori nerazzuri, prima quelli dell’Inter (esordio in A nel 1976 contro la Lazio) e poi quelli del Pisa (due stagioni in B), prima di approdare alla corte giallorossa nobilitata dal Barone Liedholm, nel 1981. Da notare che nel frattempo Chierico aveva conseguito la laurea in medicina veterinaria (un Sòcrates de noantri); evidentemente l’aria di Pisa, città universitaria, lo aveva aiutato non poco… Continua a leggere

Abel Balbo

Abel Balbo (Villa Constitución, Argentina, 1 giugno 1966) con la maglia della nazionale argentina, in una posa di cui non ci si può non innamorare.

Attaccante che puntava molto sullo scatto in progressione e sul colpo di testa, Abel Balbo inizia la carriera vincendo un campionato argentino nel 1988 con i Newell’s Old Boys, una squadra formata interamente da ragazzi cresciuti nel vivaio rossonero. Continua a leggere

Fabricio Coloccini

Fabricio Coloccini (Córdoba, Argentina, 22 gennaio 1982) con la maglia della nazionale argentina mentre ascolta l’inno nazionale.

Difensore centrale roccioso e potente, capace di disimpegnarsi anche sulla fascia destra, Coloccini ha avuto una prima parte di carriera quantomeno travagliata.
Acquistato dal Milan nel 1999 dopo aver vinto un campionato con il Boca Juniors, traferimento avvenuto non senza beghe legali e interventi da parte della FIFA, non ha goduto della fiducia della dirigenza rossonera, anche perché è risaputo che per giocare nella difesa del Milan bisogna avere dai 31 ai 41 anni… Continua a leggere

Hugo Sánchez

Hugo Sánchez Márquez (Città del Messico, Messico 11 luglio 1958) con la maglia dell’Atlético Madrid.

Fromidabile attaccante, con spiccate doti atletiche, Hugo Sánchez è famoso per tre cose: 1) aver segnato caterve di goal; 2) di cui tantissimi de Chilena (in rovesciata); 3) esultare con un salto mortale.

Hugol inizia la sua carriera nel 1976 con gli UNAM Pumas, giocando con un altro calciatore capellone di cui abbiamo già parlato, Leonardo Cuéllar.
Nel 1981 viene acquistato dall’Atlético Madrid, in cui segna 54 goal in 4 anni e vince il suo primo titolo di Pichichi nel 1985 con 19 goal, prima di essere venduto proprio agli odiati cugini del Real Madrid. Continua a leggere

Rudi Völler

Rudolf  “Rudi” Völler detto Rudi (Hanau, Germania, 13 aprile 1960) con la tuta della nazionale tedesca.

Attaccante prolifico, Rudi Völler gioca sette campionati in Germania prima di tentare l’avventura nel calcio italiano, con la maglia della Roma.
Nella prima stagione nella capitale segna solo 3 goal, ma nelle quattro stagioni successive riuscirà a segnare 42 goal vincendo anche la Coppa Italia 1991 e lasciando un ottimo ricordo ai tifosi giallorossi (che lo chiamavano il tedesco voltante) prima di trasferirsi all’Olympique Marsiglia. Continua a leggere