Archivi categoria: Nati negli anni '60

Alain Sutter

Alain-Sutter

Alain Sutter (Berna, Svizzera, 22 gennaio 1968) con la maglia della nazionale svizzera.

Centrocampista di fascia sinistra, dalla falcata elegante, capace di pennellare cross con il sinistro ma anche di sparare bordate con il destro, Alain Sutter esordisce nei Grasshoppers Zurigo, il club più titolato della Svizzera, nella stagione 1985/86. Dopo due stagioni viene mandato in prestito agli Young Boys, squadra della sua natìa Berna, prima di tornare alle cavallette ed esplodere definitivamente a livello nazionale, vincendo, tra il 1989 e il 1991, due campionati, due Coppe di Svizzera e una Supercoppa Svizzera. Continua a leggere

Renato Portaluppi

ImmagineRenato Portaluppi, (Guaporé, Brasile, 9 settembre 1962) con la maglia della Roma.

Centrocampista offensivo-attaccante arretrato-mezza punta che-non-si-capisce-bene-dove-gioca, Renato Portaluppi è uno dei più classici – se non il più classico – dei bidoni importati nel calcio italiano durante gli anni ’80, arrivato alla Roma del presidente Viola nel 1988, accolto con tutti gli onori, con tanto di entrata in campo in elicottero per la presentazione ufficiale. Continua a leggere

Eli Ohana

Eli Ohana (Gerusalemme, Israele, 1 febbraio 1964) con la maglia del Malines (o Mechelen, che dir si voglia).

Centrocampista offensivo, numero 10 rapido, tecnico e seguizzante, Eli Ohana nasce a Gerusalemme in una famiglia ebraica tradizionalista che vive tra molte difficoltà economiche: a 13 anni gli viene imposto dal padre di andare a pregare in sinagoga prima delle partite ogni sabato; più avanti il fratello Yossi gli chiederà di scegliere da calcio e scuola perché la famiglia non poteva permettersi entrambre le cose – lui sceglierà il calcio. Continua a leggere

Giuseppe Signori

Giuseppe Signori, detto Beppe (Alzano Lombardo, Italia, 17 febbraio 1968), con la maglia del Bologna.

Originario della provincia di Bergamo, Beppe Signori esordisce con il Leffe in Interregionale nel 1984. Nei primi cinque anni di carriera, tra Leffe e Piacenza, tra C2 C1 e Serie B, Signori segna solo 17 goal.
Nel 1988 viene acquistato dal Foggia, sulla cui panchina era appena arrivato Zeman, che al primo incontro lo saluta con un “Ciao bomber” che lascia il ventenne Signori piuttosto perplesso.
Il saluto si rivelerà invece profetico: nelle prime due stagioni a Foggia, Signori segna 35 goal. Nel 1991/92 il Foggia è in Serie A; Zemanlandia si sposta sul palcoscenico più importante e Signori segna 11 goal e mette in mostra le sue qualità di attaccante veloce e dal tiro potente e preciso, oltre che di infallibile rigorista (battuti rigorosamente senza rincorsa). Continua a leggere

Claudio Caniggia

Claudio Paul Caniggia (Henderson, Argentina, 9 gennaio 1967) in una foto autografata, con la maglia dell’Atalanta.

Attaccante velocissimo (sui 100 metri era capace di far registrare un 10.70 a livello giovanile e 11.20 da adulto) anche se non molto prolifico, Claudio Caniggia era soprannominato el hijo del viento (il figlio del vento). Continua a leggere

Michele Padovano

Michele Padovano (Torino, 28 agosto 1966) con la maglia della Juventus.

Attaccante rapido e veloce, autore di pochi goal ma pesanti, Michele Padovano inizia la sua carriera nell’Asti in C2, giocando poi per il Cosenza prima in C1 e poi in B, sfiorando anche una storica promozione in Serie A nel 1989/1990.
L’esordio nella massima serie arriva però nella stagione successiva, quando viene acquistato dal Pisa. I suoi 11 goal in 30 partite gli permettono di affermarsi in Serie A, e negli anni successivi gioca per Napoli, Genoa e Reggiana. Continua a leggere

Fabio Viviani

Fabio Viviani (Lucca, Italia, 29 settembre 1966) con la maglia del Vicenza.

Centrocampista dotato di tecnica e intelligenza tattica, capace di adattarsi a tutti i ruoli, Fabio Viviani è stato uno dei protagonisti delle fantastiche stagioni del Vicenza di Ulivieri e Guidolin, insieme ad altri giocatori come Sterchele, Brivio, Di Carlo, Otero, Murgita,  Zauli, Pasquale Luiso (!). Continua a leggere