José Manuel Pinto

José Manuel Pinto (El Puerto de Santa María, Spagna, 11 novembre 1975) con la maglia d’allenamento del Barcellona, insieme a Lionel Messi e alla sua bellissima treccia da pirata.

Qualunque appassionato di calcio ieri sera ha visto il ritorno della semifinale di Champions League tra Barcellona e Inter, e quasi sicuramente avrà notato che a un certo punto Mourinho si è trovato a dare indicazioni ai suoi direttamente dalla panchina del Barça: aveva leggermente “sforato”. A richiamarlo all’ordine, a ricacciarlo verso la panchina nerazzurra, non è stato il quarto uomo, bensì un simpatico calciatore capellone, che risponde al nome di José Manuel Pinto.

Pinto, punto. Fino ad allora per me era stato un semplice nome nella lista delle riserve del Barcellona quando dovevo giocare a PES, non mi sarei mai sognato di metterlo in campo al posto di Victor Valdés, ma se l’avessi fatto avrei scoperto prima di ieri sera che il signor Pinto sarebbe stato un’ottima fonte di ispirazione per questo blog. Errore mio.
Ed è per questo, forse anche sperando che parlare in un modo o nell’altro della partita di ieri mi avrebbe garantito un certo flusso di visitatori, che ho deciso di saperne di più su questo portiere spagnolo. Pinto, appunto.

Nel calcio ci sono tante frasi fatte, una di queste è “eterno secondo”:, in riferimento a quei portieri che passano tutta la loro vita calcistica a fare da riserva a qualcuno più forte di loro tra i pali; uno dei più famosi esponenti di questa categoria è Luciano Bodini. Bene, anche Pinto è un eterno secondo, ma a differenza di Bodini che in carriera ha avuto davanti Zoff e Tacconi, Pinto si è trovato a fare da riserva a Dutruel, Cavallero e il già citato Victor Valdés.

Prodotto del vivaio del Betis Sevilla, Pinto passa nel 1998 al Celta Vigo, squadra in cui rimarrà per dieci stagioni, seguendola dalle stelle (la Champions League disputata nel 2003-2004 con tanto di vittoria a San Siro contro il Milan e qualificazione agli ottavi) alle stalle (la retrocessione in Segunda Divisiòn, al termine della stessa stagione), sempre in seconda fila, sempre il primo in panchina.

Diventa titolare in Segunda Divisòn nel 2004 – 2005 con la pronta risalita nella Liga, rimanendo titolare anche nella stagione 2005 -2006, in cui il Celta si qualifca in UEFA da neopromosso e nel 2006-2007, stagione conclusa con una nuova retrocessione.

Non è nemmeno titolare in Segunda nel 2007-2008 quando il Barcellona lo richiede in prestito in cerca di un nuovo dodicesimo, dopo il grave infortunio capitato a Jorquera. Il prestito diventa acquisto al termine della stagione, per una cifra di 500mila euro, nonostante nella sua prima stagione in blaugrana avesse subito 8 goal in 3 partite.

Vive quindi da comprimario la straordinaria stagione del 2008 – 2009 con il triplete (Liga, Copa del Rey, Champions League conquistata nella finale di Roma) e un’altrettanto soddisfacente seconda parte del 2009 con la vittoria in Supercoppa Europea, Supercoppa spagnola e Mondiale per club. Nella semifinale di Coppa del Rey 2009 contro il Mallorca, riesce a parare un rigore a Marti addirittura indicandogli prima del tiro la direzione in cui si sarebbe buttato (come si vede nel nostro video). A proposito di rigori, ha una strana abitudine: starnutisce prima di apprestarsi a pararne uno. Questa è stata la carriera di Pinto fino a quando è stato inquadrato in mondovisione mentre tentava di far arretrare Mourinho verso la sua panchina…

Il suo periodo d’oro: questi ultimi anni di carriera a Barcellona. Un modo per lasciare il proprio nome nella storia di un club glorioso senza aver fatto nulla in particolare.

Wikipedia: José Manuel Pinto


Una risposta a “José Manuel Pinto

  1. Sei uno spettacolo, pupillo mio!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...