Hugo Sánchez

Hugo Sánchez Márquez (Città del Messico, Messico 11 luglio 1958) con la maglia dell’Atlético Madrid.

Fromidabile attaccante, con spiccate doti atletiche, Hugo Sánchez è famoso per tre cose: 1) aver segnato caterve di goal; 2) di cui tantissimi de Chilena (in rovesciata); 3) esultare con un salto mortale.

Hugol inizia la sua carriera nel 1976 con gli UNAM Pumas, giocando con un altro calciatore capellone di cui abbiamo già parlato, Leonardo Cuéllar.
Nel 1981 viene acquistato dall’Atlético Madrid, in cui segna 54 goal in 4 anni e vince il suo primo titolo di Pichichi nel 1985 con 19 goal, prima di essere venduto proprio agli odiati cugini del Real Madrid.
Sánchez gioca sette anni con le merengues partecipando a pieno titolo all’epopea della Quinta del Buitre, il Real Madrid costruito intorno a cinque elementi del vivaio (Butragueño, Míchel, Sanchis, Vázquez e Pardeza) capace di vincere cinque scudetti e due Coppe UEFA nella seconda metà degli anni’80 ma incapace di vincere la Coppa Campioni e nemmeno di giocarsi una finale, nonostante le grandi e memorabili partite giocate.
In questi anni Hugo Sánchez forma una dupla eccezionale con Emilio Butragueño e vince quattro volte consecutive (contando quella con l’Atlético), e in solitaria, il titolo di Pichichi: 1985 (19 goal); 1986 (22); 1987 (34); 1988 (29). Vincerà un altro titolo di capocannoniere nel 1990 conl’incredibile cifra di 38 goal, aggiudicandosi la Scarpa d’Oro insieme a Hristo Stoichkov.
È lo straniero che ha segnato più goal nel campionato spagnolo ed è il secondo giocatore che ha vinto più volte il titolo di capocannoniere, dopo Telmo Zara.
Logico aspettarsi quindi che Hugol venisse nominato miglior giocatore messicano e miglior giocatore del Nord e Centro America del secolo.
Curiosamente, negli ultimi anni di carriera riesce a giocare anche con la terza  squadra di Madrid: nel 1994 segna 16 goal in 29 partite con il Rayo Vallecano.

La carriera da allenatore di Sánchez è più avara di soddisfazioni: riesce a vincere un campionato messicano (Apertura e Clausura) nel 2004 e porta la nazionale messicana al terzo posto della Coppa América 2007, battendo il Brasile 2-0 all’esordio, prima di essere esonerato. Attualmente non allena alcuna squadra.

Il suo periodo d’oro: 1985 -1990 quando vince cinque campionati spagnoli (1986, 1987, 1988, 1989, 1990), una Coppa UEFA (1986), una Coppa del Re (1989) e quattro Pichichi con il Real Madrid.

Wikipedia: Hugo Sánchez


2 risposte a “Hugo Sánchez

  1. Pingback: Hugo Sánchez « Calciatori Capelloni Blog

  2. sei stato il mio idolo in gioventù,calciatori come te ne nascono uno ogni cento anni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...