Alberto Tarantini

Alberto César Tarantini (Ezeiza, 3 dicembre 1955) con la maglia e la fascia da capitano del River Plate.

Detto el conejo a causa dei suoi denti sporgenti, Tarantini era un solido e tecnico terzino sinistro, noto per il suo temperamento.
Esordisce in patria con il Boca Juniors; al termine della stagione 1977/78 il Boca Juniors non gli rinnova il contratto, considerando troppo esose le sue richieste, e facendo in modo che nessun altra squadra argentina potesse ingaggiarlo.
Nonostante questo viene convocato per i Mondiali casalinghi del 1978. È il giocatore più giovane della squadra ed è titolare sulla fascia sinistra.
Segna anche un goal nella contestata partita Argentina – Perù 6-0, di cui è interessante raccontare i particolari: l’Argentina aveva bisogno di vincere con almeno quattro goal contro i peruviani per poter superare il Brasile nella classifica del girone e qualificarsi alla finale; il portiere del Perù era Ramón Quiroga, argentino che aveva preso il passaporto peruvuiano soltanto l’anno prima e inizialmente non doveva essere titolare per un malore.
Il giorno prima della partita, gli spogliatoi della squadra peruviana furono visitati dal generale Jorge Videla, capo della dittatura che governava a quel tempo l’Argentina, e dal segretario di stato americano Henry Kissinger.
Fatto sta che Quiroga sarà regolarmente in campo e prenderà “regolarmente” 6 goal, di cui il secondo proprio dal “nostro” Tarantini, permettendo all’Argentina di presentari in finale contro l’Olanda e vincere il suo primo titolo mondiale.

Le buone prestazioni ai mondiali permettono a Tarantini di essere ingaggiato dal Birmingham e giocare in Inghilterra: fu una stagione in tono minore, conclusa cercando la rissa con un tifoso che lo contestava.
Tornò quindi subito in patria dove giocò un anno con il Talleres e quattro con il River Plate prima di trasferirsi di nuovo in Europa per giocare con Bastia, Tolosa e San Gallo.

Nella foto, Alberto Tarantini consola Diego Armando Maradona, mentre abbandona il campo dopo essere stato espulso contro il Brasile, ai mondiali di Spagna 82.

Il suo periodo d’oro: 1976 – 1978, quando vince campionato argentino, Copa Libertadores e Coppa Intercontinentale contro il Boca Juniors e i Mondiali del 1978.

Wikipedia: Alberto Tarantini

Al 3:10 il goal di Tarantini


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...